Specialità delle Cevennes

Le castagne, specialità delle Cévennes

Quando si parla delle specialità delle Cévennes, è impossibile non iniziare con la castagna! Sebbene oggi la presenza dei castagni sia diminuita rispetto ai secoli passati, essi ricoprono ancora molte colline delle Cévennes e la loro importanza storica e culturale permane, al punto da apparire come il vero simbolo delle Cévennes.

In passato, gli abitanti chiamavano il castagno “albero del pane”, poiché forniva loro la farina necessaria per nutrirsi e ingrassare il bestiame, soprattutto i maiali. Le foglie venivano utilizzate come foraggio per capre e pecore, mentre il legno di castagno era usato come materiale da costruzione. Il castagno era quindi al centro della vita quotidiana.

Dopo aver raggiunto il suo apice a metà del XIX secolo, la castanicoltura è diminuita nel XX secolo a causa delle malattie del castagno e dell’esodo rurale che ha colpito la regione.

A seconda della varietà, i produttori raccolgono le castagne tra settembre e novembre.

Le castagne possono essere consumate al naturale, arrostite in padella, sotto forma di crema di castagne o utilizzate in molte ricette (insalata delle Cévennes, zuppa di castagne, frittelle, ecc.)

specialità delle Cevennes

Pélardon, una specialità delle Cévennes

Considerato uno dei più antichi formaggi di capra d’Europa, il Pélardon era già famoso a Roma nel I secolo a.C.! Questo piccolo formaggio rotondo, di 6 o 7 cm di diametro, è un prodotto irrinunciabile della gastronomia delle Cévennes e dal 2000 è protetto da un’Appellation d’Origine Contrôlée (AOP), il che significa che il formaggio è prodotto, fabbricato e stagionato secondo un preciso disciplinare.

Formaggio di capra prodotto con latte intero e crudo, il Pélardon può essere presentato in diverse forme, a seconda dei gusti individuali: fresco, cremoso o secco. Viene spesso utilizzato anche nelle insalate calde di formaggio di capra.

specialità delle Cevennes

Cipolle dolci, specialità delle Cévennes

Coltivata sulle numerose terrazze del paesaggio delle Cévennes, la cipolla dolce è una delle tante specialità delle Cévennes e dal 2008 ha una AOC e una AOP. Raccolta a mano nei mesi di agosto e settembre, le sue eccezionali qualità gustative la rendono un ingrediente ricercato che può essere consumato sia crudo che cotto. Se consumato crudo, il suo sapore non è né amaro né pungente, mentre se lo si preferisce cotto si scopre il suo gusto dolce. La produzione di cipolle dolci è limitata a un’area geografica ben definita, ovvero un territorio di circa trenta comuni, tutti situati nel sud delle Cévennes (dipartimento del Gard).

Alcuni esempi di ricette sono: cipolle dolci confit, zuppa di cipolle dolci, cipolle dolci al forno, ecc.

Il miele, una specialità delle Cévennes

Sebbene il miele più conosciuto delle Cévennes sia certamente quello di castagno, molti apicoltori offrono altri tipi di miele. Troveremo quindi mieli monofloreali, cioè mieli che contengono almeno l’80% di nettare proveniente da uno stesso fiore (ad esempio, acacia, abete, lampone) o mieli poliflorali, quando il prodotto è composto da diverse varietà floreali.

La varietà dei mieli si spiega con la geografia e il clima delle Cévennes, un territorio a cavallo tra il clima mediterraneo e quello montano. La flora che ne deriva offre alle api un’ampia scelta per il foraggiamento.

Il miele è presente nelle Cévennes da moltissimo tempo e per molto tempo è stato l’unica fonte di zucchero per gli abitanti della regione.

Maiale alla cévenol, specialità delle Cévennes

Le specialità delle Cévennes comprendono anche alcuni piatti tipici. Piatto della tradizione contadina in cui si utilizzano molti prodotti locali (maiale, cipolle dolci, castagne, funghi), il maiale alla Cévenol si consuma saltato, in umido o anche in casseruola.

La ricetta è relativamente semplice: i pezzi di maiale vengono prima fritti in olio d’oliva in una padella e poi cotti a fuoco lento in una casseruola con cipolle dolci, carote, funghi, castagne ed erbe di Provenza.

Oltre a queste poche specialità, la regione offre molte altre delizie gastronomiche! Ad esempio, le mele Reinettes du Vigan, utilizzate in un famoso crumble, o la carbonnade di vitello delle Cévennes.

Naturalmente, oltre ai prodotti e ai piatti tipici della regione, sono presenti tutte le altre specialità francesi e non solo!

Infine, per gli amanti del vino, i vigneti delle Cévennes offrono tutti e tre i tipi di vino: rosso, bianco e rosé. I vini rossi (merlot, cabernet-sauvignon, grenache, cinsault), offrono una certa potenza aromatica, mentre i bianchi (grenache, clairette, viognier, sauvignon, chardonnay) e i rosati evocano freschezza e dolcezza.

Siete pronti a gustare le nostre specialità delle Cevennes? Scoprite le nostre offerte cliccando qui.

1 risposta

  1. Mialet and the rest of the commune is paradise on earth – tranquil, friendly, always close to nature. Each season is different. A wonderful place to learn French

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *